Servizi Medici

FISIOTERAPIA E MEDICINA ESTETICA PER LE VOSTRE NECESSITÀ A GALLARATE

Dietostudio Centro Medico Gallaratese si occupa con professionalità di una molteplicità di terapie volte ad assicurare il benessere fisico e psichico dei nostri pazienti. La grande varietà di servizi offerti, unita alla straordinaria qualità e competenza dei nostri medici e all'utilizzo di apparecchi e attrezzature di ultima generazione, ci rendono il centro d'eccellenza per qualsiasi necessità medica.

Specialità mediche

Ci occupiamo di angiologia e chirurgia vascolare, cardiologia, chirurgia generale e proctologia, chirurgia plastica ricostruttiva, dermatologia, dietologia, ecografie, endocrinologia, gastroenterologia, ginecologia e ostetricia, neurologia e psichiatria, otorinolaringoiatria, pediatria, senologia, traumatologia e ortopedia, terapia del dolore e urologia. 

Terapie fisiche

I nostri esperti sapranno suggerirvi la migliore terapia per risolvere i vostri disturbi. Ci occupiamo di: fisioterapia, riabilitazione posturale, osteopatia, riabilitazione del pavimento pelvico, linfodrenaggio, ortesi e ostetricia.

Medicina estetica

Seguiamo anche problematiche di natura estetica, proponendo una variante di trattamenti, tra cui: medicina anti-aging, medicina estetica intima femminile, mesoterapia anticellulite, peeling cutaneo, scleroterapia, terapia detox, trattamento delle rughe.

Terapie psicologiche

Presso il nostro centro potrai usufruire anche di terapie psicologiche: psicologia e psicoterapia, neuropsicologia, pedagogia, logopedia e ipnosi.

Medicina naturale

Non siamo specializzati solo in medicina generale ed estetica. Siamo sempre aggiornati sui progressi della medicina naturale. In particolare, offriamo trattamenti di natura omeopatica, mineralogramma, medicina naturale integrata, test per intolleranze alimentari e agopuntura.

trattamenti e ambulatori per la vostra salute

Angiologia e chirurgia vascolare

L’ambulatorio di angiologia e chirurgia vascolare effettua visite specialistiche, esami diagnostici e trattamenti per le malattie del sistema circolatorio.
La malattia da insufficienza venosa degli arti inferiori si manifesta con variabile gravità, dalla pericolosa trombosi venosa profonda agli aspetti più squisitamente estetici della patologia venosa minore. Entrambe tuttavia richiedono una precisa definizione emodinamica affinché le terapie attuate raggiungano risultati ottimali. La terapia chirurgica delle varici, indirizzata alla riduzione dei sintomi, alla prevenzione della patologia da stasi ed al miglioramento dei risultati estetici, prevede, in prima battuta, lo stripping della vena grande safena, attuabile senza difficoltà in Day Surgery, cui debbono spesso associarsi varicectomie multiple al fine di migliorare il risultato estetico.
 Il trattamento delle varici e dei “capillari” può anche essere eseguito mediante scleroterapia tradizionale o con mousse.
Le patologie arteriose, occlusive e dilatative quali quelle provocate dall’aterosclerosi, vengono riconosciute durante la visita e tramite ecocolordoppler anche per la diagnosi di patologia delle carotidi per la prevenzione dell’ictus cerebrale.

Ecografie

Il servizio ecografico di Dietostudio effettua tutte le principali ecografie per gli adulti e i bambini necessarie per gli approfondimenti diagnostici.
Sono eseguite ecografie ginecologiche e ostetriche, alla prostata, all’apparato urinario, all’addome, al collo e altre.
È inoltre disponibile la valutazione EcoColorDoppler per lo studio delle strutture vascolari. Con essa è possibile studiare il movimento e la direzione del flusso sanguigno, ottimizzando la diagnostica delle malattie vascolari con la possibilità di rilevare e monitorare nel tempo stenosi arteriose e venose, aneurismi, trombosi venose profonde e insufficienza venosa cronica.
È inoltre disponibile l’EcoColorDoppler cardiaco, fondamentale per la valutazione delle dimensioni e della funzionalità della camere cardiache e delle valvole cardiache. Nei pazienti che hanno subito un infarto miocardico permette di valutare la porzione del muscolo cardiaco danneggiata. Risulta quindi un presidio fondamentale per una valutazione cardiologica completa.

Chirurgia plastica ricostruttiva

L’ambulatorio di chirurgia plastica di Dietostudio offre prestazioni chirurgiche per migliorare l’aspetto di viso e corpo attraverso la correzione di imperfezioni.
Durante la prima visita il chirurgo valuta la situazione del paziente e i suoi bisogni e propone gli interventi più adeguati, talvolta ripetibili. Sono proposti percorsi di trattamento specifici per il benessere della persona attraverso un approccio sensibile, calibrato sulle specifiche esigenze e mirato alla risoluzione ottimale della particolare patologia da trattare. I Chirurghi plastici che collaborano presso il nostro Centro eseguono inoltre interventi di Chirurgia Estetica (liposuzione, lipofilling, addominoplastica, lipectomie, mastoplastica additiva e riduttiva, mastopessi, interventi per ginecomastia, lifting del volto, blefaroplastica, otoplastica, rinoplastica), ma anche di Chirurgia Plastica (asportazione tumori benigni e maligni di cute e sottocute, chirurgia per ustioni, ulcere e traumi dei tessuti molli, etc.) e Chirurgia della Mano (correzione di sindrome del tunnel carpale, malattia di Dupuytren, dita a scatto, dita a martello, sindattilia, etc.).
Presso il nostro ambulatorio è possibile sottoporsi ad asportazioni in anestesia locale di piccole lesioni cutanee, diatermocoagulazione di lesioni benigne cutanee e vascolari e a mesoterapia, carbossiterapia, peeling chimici (acido glicolico, salicilico, tricloroacetico), iniezioni di filler e biorevitalizzazione (acido jaluronico), e iniezioni di tossina botulinica.

Neurologia e psichiatria

L’ambulatorio di neurologia effettua visite neurologiche per l’impostazione diagnostica e terapeutica di problematiche quali esiti di ictus, epilessia, morbo di Parkinson, deficit dell’equilibrio, disturbi del sonno, demenze, nevralgie, emicrania, disturbi della memoria e altre patologie di competenza.
Il servizio di psichiatria si prende in carico il disagio psichico e forme patologiche quali i disturbi d’ansia, i disturbi alimentari, i disturbi dell’umore, i disturbi somatoformi e le dipendenze patologiche, mediante un approccio clinico che integra nel progetto di cura il supporto farmacologico ed eventuali terapie non farmacologiche, l’eventuale supporto di uno psicologo o psicoterapeuta e, laddove necessario, la competenza di educatori, favorendo un recupero psicologico, fisico, emotivo e comportamentale della persona.
Le strategie terapeutiche integrano approcci di varia natura: biologico-farmacologico, cognitivo-comportamentale, sistemico-familiare, mindfulness based, meta-cognitivo, e ancora terapie non farmacologiche. I percorsi terapeutici sono definiti in base alle caratteristiche individuali del paziente e sempre condivisi insieme.

Senologia

La senologia si occupa della prevenzione e cura della patologia mammaria, sia essa correlata alla presenza di neoformazioni nodulari, alla patologia fibrocistica o infiammatoria. In questa disciplina riveste notevole importanza il controllo periodico annuale, elemento fondamentale per ottenere una diagnosi precoce.
La visita senologica consiste nella valutazione della ghiandola mammaria sia per quanto riguarda la forma, la simmetria, la consistenza, la presenza di noduli o di secrezioni dai capezzoli, ma anche la valutazione dei linfonodi ascellari e sovraclaveari. La visita senologica, inoltre, rappresenta il primo approccio di un iter multidisciplinare: indispensabile qualora si riscontri una patologia maligna, ma fondamentale anche per un adeguato controllo periodico. Non ultimo, durante la visita senologica viene raccolta l’anamnesi familiare: elemento determinante, in quanto il riscontro di patologie eredofamiliari modifica in modo rilevante l’iter diagnostico e terapeutico per la paziente. Si capisce quindi come nella fisiopatologia senologica sia importante affidarsi a specialisti con adeguata esperienza e formazione, che orchestrino i controlli periodici senologici, eventualmente integrandoli con valutazioni di altri specialisti quali ad esempio il ginecologo, il radiologo o il genetista.
Qualora durante una visita si evidenzi un sospetto patologico si procede con l’approfondimento diagnostico, che consiste in esami quali: mammografia, ecografia senologica e dei linfonodi locoregionali, eventuale risonanza magnetica nucleare, eventuale agobiopsia, eventuale esame citologico del secreto.

Dietologia

L’ambulatorio di dietologia propone un'ottimizzazione dell’apporto alimentare quotidiano, basato sul rapporto tra alimenti e salute.
I punti chiave su cui si basa la nostra filosofia è la corretta associazione degli alimenti in base allo stile di vita e alle patologie esistenti.
 Particolare importanza è inoltre rivolta al rapporto tra immunità intestinale, alimenti e benessere.
Durante la visita è valutata, attraverso misurazioni di precisione, la composizione corporea: è misurata la bioimpedenza intra ed extracellulare,
 il metabolismo basale, il grado di idratazione, l’infiammazione cronica e le alterazioni ormonali.
 Viene analizzato il sistema nervoso autonomo, dal cui equilibrio dipendono lo stress cronico, l’ansia, la tendenza a una alimentazione sbilanciata, tutti fattori
che possono provocare uno sbilanciamento del sistema nervoso autonomo nelle sue 2 componenti:
 ortosimpatica (durante il giorno) e parasimpatica (durante il riposo).
Il dietologo offre inoltre consulenze dietologiche per le patologie, come quelle renali, che determinano squilibri idroelettrolitici, oppure per le intolleranze alimentari (intolleranza al lattosio, celiachia).

Ginecologia e ostetricia

L’ambulatorio di ginecologia e ostetricia offre una risposta completa alle diverse esigenze della donna: prevenzione dei tumori dell’apparato genitale, diagnosi e terapia delle principali patologie ginecologiche (anomalie del ciclo mestruale, infezioni genitali, malattie dell’ovaio e dell’utero, endometriosi), contraccezione, fertilità di coppia, menopausa, riabilitazione perineale, ecografie ginecologiche, ecografie ostetriche e PAP test.
La gravidanza è seguita con una presa in carico completa, effettuando le ecografie routinarie e personalizzando ulteriori aspetti in base alle esigenze di ogni paziente.
Presso l’ambulatorio di ginecologia del nostro Centro è inoltre possibile sottoporsi al test di screening prenatale Panorama™ (e l’eventuale integrazione tramite Ultra Test™) tramite i quali è possibile ottenere informazioni genetiche essenziali sul proprio bambino a sole nove settimane di gestazione.
Presso l’ambulatorio di ginecologia di Dietostudio è anche eseguita la istero-salpingo-sonogarfia: esame ecografico che permette di valutare la pervietà tubarica mediante utilizzo di un mezzo di contrasto. L’utilizzo di un mezzo di contrasto iperecogeno permette di evidenziare chiaramente le salpingi e la loro pervietà tramite immagini ecografiche chiare e facilmente interpretabili e senza utilizzare radiazioni. È di breve durata, non richiede una preparazione specifica ed è indolore.
Poniamo particolare attenzione alla cura e alla gestione della menopausa: come si sa, è una stagione in cui i mutamenti ormonali incidono su umore, dieta, equilibri e salute. Rappresenta una fase in cui non va trascurato alcun segnale di cambiamento, affidando a un programma personalizzato il monitoraggio della propria salute in accordo con il ginecologo che vi ha in cura.
Con la menopausa e l’avanzamento dell’età anche l’apparato genitale femminile subisce dei cambiamenti di natura funzionale ed estetica, che spesso limitano la vita di relazione e riducono il benessere e l’autostima della donna. Rapporti sessuali dolorosi e numerose problematiche di natura estetica si possono correggere grazie al ringiovanimento genitale (vulvo-vaginale): infiltrazione sull’apparato genitale esterno di sostanze biorivitalizzanti, infiltrazioni e filler con acido ialuronico, per correggere la secchezza vaginale e i disturbi correlati e/o migliorare l’aspetto esteriore della vulva (grandi labbra) dal punto di vista del tono e trofismo. È inoltre disponibile il trattamento laser di ringiovanimento vulvo-vaginale Santec Laser Smooth – RenovaLase™.

Gastroentreologia

L’ambulatorio di gastroenterologia si occupa dei problemi digestivi quali la cattiva digestione (dispepsia), il bruciore nella zona dello stomaco, il gonfiore addominale e i disturbi dell’alvo (come per esempio stipsi o diarrea), con lo scopo di aiutare il paziente a capire e risolvere il proprio problema.
Vengono impostati iter diagnostici per il riconoscimento di patologie organiche specifiche (ulcera peptica, malattia da reflusso gastro-esofageo, malattie infiammatorie intestinali, litiasi della colecisti, ecc.), patologie da intolleranze alimentari specifiche (per esempio celiachia) oppure legate a singoli alimenti, a una non corretta alimentazione o a una particolare sensibilità dell’intestino agli stress (sindrome del colon/intestino irritabile).
Inoltre il gastroenterologo si occupa del trattamento di possibili disturbi collegati, come per esempio la cistite dovuta al ristagno di batteri nell’intestino, suggerendo terapie farmacologiche o cambiamenti nello stile di vita e nell’alimentazione.

Chirurgia generale e proctologia

L’ambulatorio di chirurgia del propone visite per l’inquadramento diagnostico e terapeutico delle malattie di competenza chirurgica, in particolare a carico di:
 apparato digerente: esofago, stomaco, colon, ano-retto, fegato, colecisti e vie biliari, pancreas;
  •  mammella;
  •  tiroide;
  •  ernie inguinali e della parete addominale;
  •  patologie legate all’obesità
Presso l’ambulatorio è possibile effettuare piccoli interventi di chirurgia ambulatoriale sul volto e sul corpo, come per esempio: asportare un neo, piccole lesioni benigne o sospette, lipomi, cisti sebacee, basaliomi, oppure trattare l’onicogrifosi e l’unghia incarnita.

Dermatologia

L’ambulatorio di dermatologia si occupa delle malattie della pelle di adulti e bambini e delle relative terapie. II nostro Centro effettua inoltre il controllo dei nei per la prevenzione del melanoma tramite dermatoscopia. Sono trattate anche lesioni benigne come verruche e molluschi contagiosi.
Quando indicato ci si avvele della crioterapia: metodo di trattamento basato sul raffreddamento a temperature molto basse di lesioni di interesse. Si può applicare al trattamento di verruche virali, cheratosi seborroiche, fibromi penduli, cheratosi attiniche e piccoli carcinomi basocellulari. La metodica è particolarmente indicata per lesioni di dimensioni ridotte e superficiali. La sostanza che più frequentemente viene impiegata allo scopo di raffreddare la superficie interessata è l’azoto liquido.

Endocrinologia - Diabetologia

L’ambulatorio di endocrinologia si occupa della diagnosi e della cura delle patologie delle ghiandole endocrine, ovvero delle malattie dell’ipofisi (adenomi e altre), della tiroide (iper e ipotiroidismo, tiroidite, morbo di Basedow, Hashimoto), del surrene e delle gonadi, delle malattie del metabolismo come diabete mellito e dislipidemia, obesità, osteoporosi-osteopenia, e delle patologie dell’apparato riproduttivo femminile (amenorrea e irregolarità mestruali su base endocrina, infertilità, menopausa e altre) e maschile (disfunzione erettile, ipogonadismo, infertilità e altre).
L’endocrinologo effettua inoltre l’eventuale inquadramento clinico per la dietoterapia e prescrive la visita con il dietista per la composizione del regime alimentare personalizzato.

Pediatria

L’ambulatorio di pediatria segue la crescita e lo sviluppo psicofisico di neonati, bambini e adolescenti. Si effettuano visite specialistiche per i periodici bilanci di crescita da 0 a 18 anni, e per diagnosticare e curare le principali patologie dell’età pediatrica (virosi alte vie respiratorie, tonsilliti, bronchiti, otiti, broncopolmoniti, malattie esantematiche e altre).
Inoltre il nostro Centro, in casi selezionati, associa la terapia farmaceutica ad una cura omeopatica, sfruttando l’effetto sinergico che queste due metodiche dispongono.

Cardiologia

Dietostudio offre un accurato inquadramento cardiovascolare mirato a verificare lo stato di salute dell’apparato cardiocircolatorio, sia a scopo preventivo sia curativo.
Il cardiologo effettua visite cardiologiche integrate dai principali accertamenti diagnostici necessari, come l‘elettrocardiogramma o ECG, l’ecocardiogramma color doppler, il monitoraggio della pressione arteriosa nelle 24 ore, l’ECG dinamico secondo Holter nelle 24 ore.

Traumatologia e ortopedia

L’ambulatorio di traumatologia e ortopedia del nostro Centro si occupa della cura delle malattie, le fratture e i traumatismi di ossa e articolazioni (artrosi, lesioni del menisco, alluce valgo, torcicollo, ernia del disco, lesioni muscolari, tendinopatie, esiti di interventi chirurgici, tunnel carpale, dolori articolari e altre patologie).
L’indirizzo terapeutico può essere di tipo conservativo, fisioterapico (il percorso riabilitativo può essere ottimizzato in collaborazione con nostro il tecnico fisioterapico) o chirurgico.

Otorinolaringoiatra

L’ambulatorio di otorinolaringoiatria di Dietostudio propone visite specialistiche per i disturbi di orecchio (otite, acufeni, problemi di udito, sordità e altri), naso (rinite allergica, russamento e apnee notturne, polipi nasali, sinusite e altri) e gola (noduli alle corde vocali, tonsillite, laringite, faringite), e per i problemi di vertigini ed equilibrio (labirintite e vertigini).

Urologia

L’ambulatorio di urologia si occupa della prevenzione, diagnosi e terapia delle più comuni patologie che interessano l’apparato urinario maschile e femminile e l’apparato genitale maschile. Particolare attenzione viene posta alla diagnosi precoce del carcinoma prostatico e alle cure mini-invasive della calcolosi urinaria e dell’incontinenza urinaria maschile e femminile.
La visita specialistica è sempre integrata da valutazione ecografica locoregionale.

Omeopatia

L’omeopatia non vuole essere, e non è mai stata, una scienza a parte. Rappresenta un valido complemento, un ulteriore sforzo, che effettua il medico affinché ogni forma patologica trovi una valida risposta al raggiungimento della guarigione definitiva e non solo sintomatica.

Fisioterapia

La riabilitazione è quel tipo di terapia che si occupa del recupero della abilità perse o non acquisite a causa di una malattia o di circostanze intercorrenti.
Di solito usiamo dividere la riabilitazione in 3 grandi branche:
1) Rieducazione Motoria;
2) Riabilitazione Post-Chirurgica;
3) Assistenza agli anziani.
La rieducazione motoria è la riabilitazione che ci permette, attraverso tecniche manuali, di riabituare la parte dolorante del nostro corpo alla normalità e alla funzionalità specifica. La pratica manuale è guidata da una approfondita conoscenza dell’anatomia e della fisiologia neuro-muscolo-scheletrica e dall’esame e dal ragionamento clinico.
Le patologie più frequentemente trattate con la terapia manuale sono:
• Cervicalgie, dorsalgie e lombalgie
• Sindromi dolorose di origini discali (Cervicobrachialgie e Lombosciatalgie )
• Dolori muscolari dati da contratture
• Cefalee miotensive
• Periartriti scapolo-omerali della spalla
Le patologie sopra elencate sono le più diffuse. In caso di altro disturbo funzionale muscolo-scheletrico verrà effettuato il piano terapeutico più idoneo.
Vengono svolte sedute di fisioterapia anche per esiti di fratture composte (dopo la rimozione del tutore) e scomposte (dopo esser state ridotte chirurgicamente e dopo aver rimosso il tutore) in linea col protocollo riabilitativo.
Viene effettuata rieducazione motoria e fisioterapica domiciliare anche per pazienti con patologie neurologiche (es. Morbo di Parkinson, emiplegie da
ictus, Alzheimer, SLA, Sclerosi multipla, paralisi ed altre problematiche create da lesioni al sistema nervoso).
La Riabilitazione Post-Chirurgica è la fisioterapia che permette all’articolazione o all’arto operato di essere educato di nuovo al movimento attraverso esercizi per aumentare il range articolare ed esercizi di rinforzo muscolare.
Un percorso riabilitativo mirato, è fondamentale per raggiungere il miglior risultato funzionale dopo un intervento chirurgico. In base al tipo di lesione che si ha ed al tipo di intervento effettuato, si delinea un adeguato protocollo riabilitativo.
I protocolli utilizzati hanno delle linee guida standard.
La fisioterapia è essenziale per il benessere dell’anziano.
Spesso le persone di una certa età, a causa della vecchiaia, non riesco più a muoversi bene o addirittura sono allettate senza possibilità di movimento: la mobilizzazione passiva (fatta dal fisioterapista) e la mobilizzazione attiva assistita (svolta con l’aiuto del paziente) permettono alla persona che ne ha bisogno di muoversi e cambiare posizione, evitando così processi di atrofizzazione muscolare ed articolare, piaghe da decubito e favorendo la circolazione corporea. Alcuni anziani hanno bisogno di assistenza per camminare poiché, per paura o per non idoneità fisica, non riesco più a farlo da soli: sarà il fisioterapista con la sua esperienza a consigliare il tipo di ausilio necessario (nel caso ci fosse bisogno) per una corretta e sicura deambulazione.
Si effettuano terapie anche su persone con degenerazioni cognitive: demenze e patologie neurologiche tipiche dell’anziano (Morbo di Parkinson, Alzheimer e altre malattie del sistema nervoso).
La Ginnastica Posturale è quella metodica fisioterapica che ci consente di affrontare e migliorare quelle patologie a carico della colonna vertebrale, soprattutto Cervicalgie, Lombalgie, Ernie del Disco, Protrusioni e Scoliosi. Le principali patologie muscolo-scheletriche, in particolare quelle della colonna vertebrale, derivano da cattive posture e dall’uso scorretto del corpo. Lo stile di vita attuale impone di passare parte della nostra giornata seduti o in posizioni che sollecitano negativamente la nostra struttura osteo-muscolare generando principalmente lombosciatalgie e cervicalgie. Dopo una iniziale valutazione posturale, dove si rileveranno disallineamenti articolari e posizionamenti dei punti di repere, si stilerà un idoneo protocollo terapeutico ad personam di ginnastica posturale. La seduta dura di solito 45 minuti con una frequenza di una volta a settimana inizialmente e viene svolta esclusivamente da un solo paziente ed il fisioterapista.
La Tecar è un tipo di terapia tra le più all’avanguardia che produce un aumento della temperatura all’interno della parte del corpo lesa eliminando velocemente l’infiammazione ed il dolore. La Tecar-terapia è senza dubbio il macchinario che ha rivoluzionato il mondo della fisioterapia permettendo di ridurre sostanzialmente i tempi di guarigione rispetto alle altre apparecchiature usate nel mondo della riabilitazione. Il calore prodotto risolve il danno biologico di forme di patologia cronica caratterizzate da degenerazione e fibrosi aumentando la vascolarizzazione dei tessuti lesi e combinando così un’azione:
1 BIOCHIMICA, riequilibrando il disordine enzimatico e accelerando il metabolismo strutturale delle cellule;
2 TERMICA, scaldando in modo uniforme e mirato l’area interessata senza surriscaldare la parte esterna;
3 MECCANICA, aumentando la velocità di scorrimento dei fluidi drena la stasi emolinfatica e tonifica le pareti vascolari.
La Tecar viene usata principalmente per problemi come distorsione o edemi, tendiniti o borsiti, lesioni muscolari e tendinee, traumi contusivi ed ossei, cervicalgie e lombosciatalgie, algie croniche, capsulite adesiva, condropatia femoro-rotulea, sindrome pubalgica, coxartrosi e gonartrosi, fascite plantare.
Il fisioterapista somministrerà la terapia col macchinario per una durata effettiva di 25-30 minuti. È consigliato avere la prescrizione del medico competente sullo svolgimento di sedute di Tecar.

Scleroterapia

La scleroterapia, nota generalmente con il nome di iniezioni sclerosanti, consiste appunto nell’iniezione all’interno del vaso da trattare di apposite sostanze che causano una reazione infiammatoria che porta alla chiusura dello stesso.
Tale reazione, nel giro di circa 2 settimane, determina un processo di fibrosi e sclerosi che elimina o rende molto meno visibile il vaso.
INDICAZIONI: La scleroterapia trova indicazione soprattutto nel trattamento delle teleangectasie (i cosiddetti capillari) e varici reticolari, che rappresentano un disturbo estetico, molto frequente nella donne, a livello degli arti inferiori.
Esiste la possibilità di trattare anche le varici maggiori attraverso l’utilizzo di schiume che si ottengono miscelando il liquido sclerosante con l’aria. Tale tecnica, nota come scleromousse, può essere associata ai trattamenti tradizionali della malattia varicosa, in caso di varici recidive ( vene che si riformano dopo un intervento) o in caso di insuccesso dopo il trattamento scleroterapico.
COME AVVIENE: La scleroterapia viene eseguita in regime ambulatoriale e non richiede alcuna anestesia. Le iniezioni infatti sono eseguite con aghi molto piccoli, per cui si tratta di una procedura sostanzialmente il dolore.
Vengono eseguite più iniezioni nella zona da trattare e successivamente viene applicato un bendaggio compressivo o una calza elastica.
Spesso è necessario eseguire più trattamenti nella stessa zona per ottenere dei buoni risultati. Tra una seduta e l’altra occorre aspettare 7-15 giorni.
QUALI RISULTATI: La scleroterapia risulta essere efficace nell’80% circa dei casi. Pertanto nel 20% dei pazienti, anche se correttamente eseguita, i risultati possono non essere soddisfacenti.
Se dopo 2-3 trattamenti nella stessa zona non si assiste ad un miglioramento, si deve prendere in considerazione l’ipotesi di non continuare con il trattamento.
Inoltre, la scleroterapia non deve essere considerata un trattamento definitivo. Infatti le teleangectasie possono ricomparire in altre zone degli arti inferiori oppure anche nella stessa zona trattata.
La scleroterapia tratta i vasi malati ma non può impedire che altri si ammalino. Pertanto può essere necessario eseguire dei trattamenti ripetuti nel tempo. Dopo il primo trattamento è consigliabile attendere 20-30 minuti prima di tornare a casa per verificare l’assenza di rari episodi di reazione allergiche.
Essendoci una blanda reazione infiammatoria alla sostanza sclerosante, possono essere presenti una sensazione di “fastidio” e/o bruciore, risolvibili con l’applicazione di apposite pomate.
Possono inoltre formarsi dei piccoli lividi o ematomi, che scompaiono nel giro di pochi giorni.
Dopo il trattamento è possibile riprendere immediatamente le proprie attività abituali ad eccezione dell’attività fisica, che dovrebbe essere ripresa dopo 2-3 giorni dal trattamento.
Inoltre è consigliabile non esporsi al sole intenso per circa 1 mese.

Terapia detox

Il nostro organismo viene definito “sistema aperto” in quanto assume energia e materia dall’esterno, le elabora e le emette nuovamente nell’ambiente. In questo flusso continuo si possono accumulare nell’organismo delle tossine dovute a varie cause: l’ alimentazione scorretta, l’uso eccessivo di farmaci, l’inquinamento ambientale, a un’ intolleranza alimentare, lo stress ecc che possono provocare un rallentamento delle funzioni metaboliche cellulari e, se non corrette, dare origine a vere e proprie patologie.
È questa la tesi dell’Omotossicologia, che può essere considerata un’evoluzione dell’omeopatia, la quale studia il comportamento delle tossine nell’organismo umano. Poiché le tossine generano le malattie, queste sono “l’espressione della lotta fisiologica dell’organismo che tende ad eliminare le tossine e a compensare i danni provocati da esse”, come afferma lo stesso Reckeweg, il padre dell’omotossicologia
In pratica quindi l’organismo fa di tutto per eliminare quello che gli può creare problemi attivando prima i propri sistemi emuntoriali, cioè quegli organi, come il fegato, il rene, la pelle, l’intestino, che sono deputati naturalmente ad eliminare le tossine e poi, se questo non è sufficiente, attiva una serie di funzioni più profonde, come l’infiammazione, nel tentativo di ripristinare il proprio equilibrio interno.
Come intervenire ?
La terapia tradizionale usa principalmente farmaci che sono mirati alla soppressione dei sintomi, come gli antinfiammatori, gli antibiotici, gli antidolorifici, ma che non intervengono sul processo di eliminazione delle tossine che così possono accumularsi nei vari tessuti.
L’Omotossicologia, invece, interviene sulla malattia con farmaci studiati per la disintossicazione, il riequilibrio dell’organismo e la riattivazione delle funzioni metabolico-cellulari. Una terapia che non cerca solo l’eliminazione del sintomo, ma la guarigione e l’eliminazione delle cause che hanno portato ad un problema con l’ausilio sia di farmaci sia di un percorso di correzione e miglioramento dell’alimentazione e dello stile di vita, favorendo tutti quei meccanismi di autoguarigione propri dell’organismo.
Per accelerare i risultati e per rendere queste terapie ancora più profonde ed efficaci è possibile usare la via endovenosa, con delle piccole fleboclisi a base di inositolo, un disintossicasnte epatico, e alcuni rimedi omotossicologici specifici.
Solo medicina naturale?
No, oggi parlare solo di Medicina Naturale è limitativo ed anche, a nostro avviso, poco serio. Il paziente può essere seguito solo da un medico che, in quanto tale, deve usare in scienza e coscienza il metodo migliore di cura, tradizionale o naturale, in un concetto di Medicina Integrata, per dare dei risultati terapeutici sempre più efficaci e duraturi.

Osteopatia

Attraverso l’uso delle mani, l’osteopata cura dolori di varia natura che possono manifestarsi su varie parti del corpo. Le tecniche “manuali” vanno dalla pressione tattile leggere o profonde alle manipolazioni delle articolazioni.
Il campo di applicazione dell’osteopatia è molto vasto, perché tratta tutte quelle affezioni che interessano l’apparato neuro-muscolo-scheletrico e viscerale.
Cura le affezioni muscolo-scheletriche:
Essendo una terapia olistica, l’osteopatia non interviene direttamente sul sintomo doloroso, ma tratta lo squilibrio che si crea, in seguito per esempio ad un trauma, tra la struttura di un organo e la sua funzione.
L’osteopatia in particolare cura:
  • dolori cervicali, lombari, dorsali;
  • distorsioni alle caviglie e alle ginocchia;
  • tendiniti, blocchi articolari, contratture;
  • scoliosi, iperlordosi, ipercifosi, - asimmetrie del bacino e della colonna;
  • artrosi delle articolazioni, protrusioni, - ernie discali, discopatie;
  • tunnel carpale, tunnel di Guyon;
  • dolore al coccige;
  • reumatismi;
  • vari tipi di traumi;
  • cura i disordini cranio-sacrali:
  • emicranie, cefalee (soprattutto se di origine cervicale, ansiogena, digestiva);
  • problemi a carico dell’occhio e dell’orecchio: acufeni (ronzii all’orecchio), vertigini, otiti, riniti, nevralgie, dolori retro-oculari;
  • stanchezza cronica, astenia;
  • disturbi del sonno;
  • stress psico-emozionali, alterazione del tono dell’umore;
  • disturbi dell’equilibrio.
  • Le tecniche osteopatiche sono di vario tipo:
  • Cranio-sacrali: ristabiliscono il meccanismo di respirazione primaria agendo sulle strutture ossee, legamentose, muscolari e fasciali del cranio e del sacro;
  • Viscerali: permettono all’organo di ritrovare la giusta motilità e consentono un corretto riequilibrio dell’influenza viscero-scheletrica;
  • Strutturali: ripristinano la corretta funzionalità articolare.
  • L’osteopatia cura le affezioni odontoiatriche:
  • dolori all’articolazione temporo-mandibolari;
  • dolori dipendente dalla malocclusione e cattiva masticazione;
  •  bruxismo (serrare i denti, digrignare);
  • dolori alla mandibola che arrivano all’orecchio e irradiati, compresi i blocchi articolari mandibolari in apertura o in chiusura della bocca.

Riabilitazione posturale

Nel nostro Centro è utilizzato il metodo Mézières-Bertelè.
Tale metodo si basa sullo sviluppo della teoria che Mézières ha sostenuto, osservando che nel corpo umano i muscoli formano delle unità funzionali chiamate catene muscolari. Le catene muscolari sono 5 e sono formate da più muscoli concatenati fra loro che si comportano come se fossero un solo muscolo troppo corto e troppo forte: sono 5 elastici che ci schiacciano e ci deformano provocando dolore e limitazione nei movimenti.
Il metodo Bertelè si differenzia dal metodo Mézières in quanto considera l’uomo nella sua globalità psicofisica e quindi ogni dolore, deformazione, contrattura, viene presa in considerazione come un sintomo di disagio, di una sofferenza più profonda, di una difficoltà di relazione, di comunicazione della persona con sé stessa e con l’ambiente circostante.
La finalità dell’abbinamento dei 2 metodi è:
 allungare questi “elastici”, che non devono mai essere potenziati, per permettere al corpo di riscoprire la sua posizione corretta e alle articolazioni frenate da questi muscoli di recuperare la mobilità.
 aiutare la persona a decodificare questo messaggio che viene dal suo profondo, dal suo inconscio.
Il metodo Mézière- Bertelè è particolarmente indicato per tutte le persone che vogliono migliorare la loro postura, le capacità motorie, la forma fisica e per tutti coloro che vogliono sentirsi meglio nel loro corpo.
È consigliato alle persone che presentano problemi muscolari e articolari acuti, quali tendiniti, esiti di distorsioni,
fratture, lussazioni, periartriti, lombalgie, cervicalgie, sciatalgie, ernie del disco. Risulta anche efficace nella gestione delle patologie croniche quali artrosi, scoliosi e malattie reumatiche.
Il metodo Mézière-Bertelè può essere usato con molta efficacia anche per le malattie neurologiche 
(ad esempio emiplegie e tetraparesi spastiche) congenite e acquisite, ed anche per la riabilitazione post-chirurgica.
Le sedute sono individuali, da 30 a 60 minuti, è rivolto a pazienti di qualsiasi età.

Test per intolleranze alimentari

Presso il nostro Centro è possibile sottoporsi a un test immunoenzimatico di nuova generazione, finalizzato alla ricerca dell’alimentazione più specifica per la persona. È distribuito dalla Spire ed è chiamato Nutri Explorer e analizza le componenti fondamentali che determinano la risposta individuale all’alimentazione.
Oggi comunemente si definisce intolleranza alimentare Ia tendenza di un cibo a sviluppare delle reazioni anomale ed eccessive, producendo una serie di sintomi di disagio come gonfiore, sovrappeso, pesantezza, ecc.
Questa definizione è però impropria e per questo occorre inquadrare queste reazioni nell’ambito più complessivo delle reazioni avverse al cibo.
L’American Academy of Allergy Asthma and Immunology ha suggerito una classificazione delle reazioni che avvengono dopo l’ingestione di un cibo, oggi Iargamente accettata e condivisa.
Queste reazioni possono essere divise in:
Intolleranze alimentari che non sono mediate dal sistema immunitario;
Allergie alimentari che coinvolgono il sistema immunitario e sono IgE o IgG-mediate;
LE INTOLLERANZE ALIMENTARI PROPRIAMENTE DETTE (non mediate dal sistema immunitario):
Le intolleranze vere e proprie sono causate dalla riduzione o dalla mancanza di un enzima per la digestione di un alimento come ad esempio quelle al latte dovute alla mancanza dell’enzima lattasi. I principali sintomi riguardano prevalentemente l’intestino: dolori addominali, diarrea, vomito, ecc. La diagnosi può essere effettuata con indagini di laboratorio o anche con test genetici specifici (es. test genetico per l’intolleranza al lattosio).
LE ALLERGIE ALIMENTARI IgE MEDIATE:
Nelle allergie alimentari si ha invece il coinvolgimento del sistema immunitario e nei casi in cui la reazione sia mediata dalle immunoglobuline IgE, questa avviene in modo molto intenso ed a volte anche violento, con sintomi che possono coinvol- gere sia la cute, i polmoni, le mucose nasali ed oculari, ecc. La frequenza di queste reazioni è di circa dell’1-2%.
LE ALLERGIE IgG MEDIATE O PSEUDO-ALLERGIE (impropriamente dette intolleranze alimentari):
Questa reazione allergica, mediata dalle immunoglobuline IgG, corrisponde a quella che viene impropriamente chiamata intolleranza alimentare.
Nelle intolleranze alimentari è molto difficile collegare i disturbi all’alimento, perché questi si manifestano quasi sempre tardivamente, da 1 a 36 ore dopo l’assunzione di un cibo, e con una sintomatologia generale più sfumata. I sintomi possono essere molto diversi: disbiosi, gonfiore addominale, sonnolenza, sovrappeso, colite, stitichezza, gastrite, stanchezza, cefalea, catarro, infiammazioni ricorrenti, cistiti, candida, dermatiti, prurito, cellulite, ecc.
Se è vero che le intolleranze alimentari possono dare questi sintomi è anche vero che le cause di questi sintomi non sono solo le intolleranze, per questo si consiglia, se i sintomi permangono, una valutazione medica più approfondita. Diversamente da quanto avviene nell’allergia alimentare IgE mediata, qui non basta soltanto il contatto con l’alimento, la reazione é dose-dipendente, cioè esiste una “dose soglia” che deve essere oltrepassata per dare sintomi, come se l’organismo, per un cibo, ne riuscisse a tollerare solo una certa quantità. Si stima che circa il 30-50% della popolazione soffra di questo problema.
Dal momento che comunemente le allergie alimentari IgG mediate vengono erroneamente chiamate intolleranze alimentari, per non creare confusione da questo momento in poi anche noi useremo questo termine con questo significato.
ll test che oggi, secondo la più recente letteratura scientifica, permette di dare la risposta più attendibile e precisa alla ricerca di allergie alimentari IgG mediate è il dosaggio delle IgG, cioé delle immunoglobuline che l’organismo produce contro antigeni alimentari.

Ostetricia

Corso di gravidanza:
Il corso in gravidanza è un percorso che si struttura in 12 incontri (un incontro a settimana) della durata di due ore l’uno, condotti dall’Ostetrica. E’ rivolto alle donne tra il 4° ed il 6° mese di gravidanza.
Obiettivi del corso: 
 conoscere il periodo prenatale e le competenze del bambino in utero; 
  •  sviluppare la conoscenza del proprio corpo;
  •  condividere con il bambino il tempo della gravidanza;
  •  attività fisica e rilassamento (ad ogni incontro);
  • favorire l’empowerment della donna.
 imparare a vivere una gravidanza consapevole e serena.
Il corso in gravidanza permette di:
Salvaguardare il benessere psico-emotivo della donna.
Proteggere il nucleo madre-bambino.
Favorire l’apertura all’esperienza del parto e della nascita.
Rispettare i tempi fisiologici della gravidanza (mamma-bambino).
Promuovere la salute e la procreazione responsabile.
Accompagnare la donna passo per passo per vivere ed affrontare insieme ed al momento opportuno i piccoli e grandi cambiamenti che la gravidanza porta con sé.
Umanizzare l’evento nascita.
Si possono programmare eventuali incontri aggiuntivi per i papà e la coppia. (POMI Progetto Obiettivo Materno Infantile, OMS, EBM).
Corso di preparazione alla nascita:
Il corso di preparazione alla nascita è un percorso che si struttura in 8 incontri (un incontro a settimana) della durata di due ore l’uno, condotti dall’Ostetrica. E’ rivolto alle donne tra il 7° e l’8° mese di gravidanza.
Obiettivi del corso: 
Conoscere la fisiologia del proprio corpo.
Apprendere quali posizioni siano meglio per il travaglio e la spinta nel parto.
Come affrontare la vita con il bambino.
Approfondire il puerperio e l’allattamento.
Educarsi alla genitorialità.
Attività fisica e rilassamento (ad ogni incontro).
Favorire l’empowerment della donna.
Vivere una un parto consapevole e centrato sulla diade madre-bambino.
Il corso di preparazione alla nascita permette di:
Salvaguardare il benessere psico-emotivo della donna.
Proteggere il nucleo madre-bambino.
Favorire l’apertura all’esperienza del parto e della nascita.
Conoscere e rispettare i tempi fisiologici della nascita.
Promuovere la salute della diade mamma-bambino.
Umanizzare l’evento nascita.
Si possono programmare eventuali incontri aggiuntivi per i papà e la coppia. (POMI Progetto Obiettivo Materno Infantile, OMS, EBM).
Corso di massaggio infantile A.I.M.I.
Il corso di massaggio infantile A.I.M.I. Associazione Italiana Massaggio Infantile è un percorso che si struttura in 5 incontri (un incontro a settimana) di circa un’ora e mezza l’uno, condotti dall’Ostetrica. È dedicato ai bambini fino all’anno di vita. Il massaggio, metodo che origina da un’antica tradizione ed è ormai diffuso in moltissimi paesi, è un mezzo privilegiato per entrare in contatto con il proprio bambino e creare un profondo legame. È facile da apprendere e ripetere quotidianamente, nonché estremamente adattabile alle esigenze del bambino e di tutta la famiglia.
I benefici del massaggio infantile:
Offrire sollievo al neonato in caso di coliche intestinali, stitichezza, dentizione, tensione muscolare, stress e piccoli malesseri.
Facilitare il rilassamento psico-fisico e regolarizzare i ritmi sonno-veglia.
Favorire l’interazione e la comunicazione genitore-bambino e rafforzare l’attaccamento.
Promuovere la conoscenza delle parti del corpo e sviluppare l’immagine di sè.
Stimolare ed attivare i 5 sensi e i vari distretti corporei nella scoperta e nella sperimentazione del mondo intorno.
Proteggere l’intero nucleo familiare migliorando lo stato globale di benessere del bambino e di mamma e papà.
Ambulatorio allattamento, cura del neonato e svezzamento:
È uno spazio dedicato alle mamme nel periodo successivo al parto, dove poter ricevere una consulenza con l’Ostetrica e valutare individualmente le esigenze personali della diade madre-bambino. All’interno di questo spazio:
Consulenza su allattamento e sua gestione ottimale.
Consulenza su svezzamento tradizionale e alternativo (es. vegetariano).
Valutazione suzione del bambino.
Medicazione cordone ombelicale.
Bagnetto e igiene del neonato.
Cambio di pannolino e gestione di eventuali dermatiti.
Valutazione crescita bambino e spazio pesata.
Valutazione ritmi sonno-veglia del bambino.
Cambiamenti corpo femminile e loro gestione.
Valutazione ferita episiotomica e da taglio cesareo.
Valutazione benessere materno e neonatale.
Gruppi post-parto:
È uno spazio dedicato a mamme e bimbi fino a 12 mesi, organizzato in incontri di circa due ore una volta a settimana. Offre alle donne la possibilità di confrontarsi tra loro, di condividere dubbi e paure, frequenti nel periodo che segue la nascita del proprio bambino, ma anche emozioni e gioie. Dà la possibilità di creare una rete di sostegno impareggiabile e promuovere il benessere psico-emotivo della diade madre-bambino e dell’intera famiglia.
A supporto del gruppo di mamme è sempre presente la figura dell’Ostetrica, riferimento a disposizione di tutte le partecipanti, che potrà fornire risposte specifiche ai differenti bisogni che emergeranno all’interno del gruppo, facilitando l’elaborazione del vissuto e la ricerca di nuove strategie di gestione ed organizzazione familiare e rinforzando positivamente le risorse intrinseche di ciascuna neo-mamma.
In questo spazio sarà possibile:
Pesare il bimbo.
Valutare la crescita del bimbo.
Valutare il benessere neonatale.
Valutare il benessere materno.
Ridurre difficoltà e rischi del post parto.
Valutare la gestione di allattamento e svezzamento.
Aprirsi al confronto ed alla condivisione di gruppo.
Ricevere un supporto ostetrico specifico.

Trattamento delle rughe

 I trattamenti proposti presso Dietostudio sono i seguenti:
ACIDO IANURONICO: sostanze di origine biologica o sintetica di aspetto gelatinoso che iniettati mediante siringa nel derma, hanno lo scopo di riempire, sostenere o implementare un’area delimitata del corpo, generalmente le rughe del viso, per ridisegnare l’area stessa a scopo estetico.
Nel trattamento di medicina estetica filler, la sostanza più utilizzata è l’acido ialuronico che viene totalmente riassorbita da alcuni enzimi presenti nel nostro organismo in un tempo estremamente variabile (da poche settimane ad alcuni mesi).
Il trattamento estetico di correzione rughe normalmente non richiede l’uso di anestetici eccetto alcune aree particolarmente sensibili. Ad esempio nel trattamento estetico di ringiovanimento e rimodellamento labbra.
PEELING: è una metodica che consiste nell’abrasione dell’epidermide o del derma superficiale o medio che viene effettuata generalmente attraverso l’uso di sostanze chimiche (acidi) con lo scopo di ridare vigore ai tessuti sottostanti rimuovendo gli strati più superficiali dell’epidermide. Lo scopo del trattamento estetico peeling è quello di livellare le irregolarità dell’epidermide, eliminare le cheratosi del viso, eliminare le macchie o attenuare le rughe sottili della pelle. Riduce inoltre i pori dilatati e ha effetti migliorativi sull’acne e sui suoi esiti cicatriziali. In associazione con tecniche iniettive rivitalizzanti ha inoltre un effetto generale anti-aging. Quindi il trattamento estetico del peeling permette di levigare e migliorare l’aspetto della cute. Nella pratica clinica si usano più frequentemente peeling di tipo superficiale o medio che comportano solo lievi arrossamenti e desquamazioni controllabili con abbondante idratazione e foto protezione nei giorni immediatamente successivi il trattamento.
BOTOX: chiamato anche tossina botulinica contro le rughe, è una sostanza che iniettata nei muscoli mimici ne provoca un indebolimento temporaneo e una riduzione dell’attività contrattile, attenuando così rughe e segni d’espressione. Le aree del viso dove il botox è maggiormente più utilizzato e dove si ottengono i migliori risultati sono le rughe orizzontali della fronte, le rughe verticali tra le sopracciglia e le rughe nel contorno occhi.
Il botox è una sostanza estremamente affidabile già ampiamente conosciuta in campo medico. Il suo utilizzo non richiede l’uso di anestesia e consiste nell’iniezione di poche unità di tossina botulinica all’interno dei muscoli mimici che si vuole trattare. L’effetto di spianamento delle rughe si rende visibile solo dopo qualche giorno e perdura generalmente per 4‐6 mesi. Piccoli effetti collaterali possono essere la comparsa di ematomi nella sede di iniezione del botox per qualche giorno.
LASER: è una tecnica ideale per il photoaging, in quanto porta a una diminuzione delle macchie cutanee, aumenta texture e luminosità e spariscono le piccole rughe; stimolando la produzione di collagene aumenta anche la tonicità della pelle.
BIORIVITALIZZAZIONE: ha lo scopo di contrastare e prevenire il processo di invecchiamento cutaneo attraverso una stimolazione dell’attività metabolica dei fibroblasti, un aumento dell’idratazione cutanea per dare tono e turgore alla pelle, e un’azione protettiva nei confronti dei radicali liberi che si formano continuamente, specie durante l’esposizione solare.
Il trattamento estetico di biorivitalizzazione non necessita di alcun ricovero. La terapia estetica prevede 3/6 sedute, settimanali, di microiniezioni, in punti cutanei stabiliti, di sostanze quali: acido ialuronico, vitamine, aminoacidi, minerali, coenzimi.
Le sostanze che vengono impiegate nelle microiniezioni del trattamento estetico di biorivitalizzazione, garantiscono una idratazione profonda in grado di dare risultati visibili dopo poche settimane.
FILI DI SOSPENSIONE: i fili di trazione rappresentano una novità del lifting non chirurgico per il viso e per il corpo. Un trattamento non invasivo che non necessitando di intervento chirurgico, non comporta postumi evidenti. La vera novità è costituita dal materiale di produzione dei fili, completamente riassorbibile. Questa nuova tecnica, prevede, attraverso dei mini aghi, l’inserimento nel derma di fili che andranno a “biostimolare” e “tirare” il tessuto, fornendo una maggiore elasticità e luminosità. Il posizionamento di questi fili provoca quindi un effetto lifting immediato favorendo la produzione naturale di collagene, contribuendo, inoltre, al sostegno delle parti molli. L’applicazione è indolore e non necessità di alcun tempo di recupero; in sintesi, un trattamento sicuro e senza rischi perciò definito weekend lifting considerata l’immediatezza nella ripresa alle proprie attività sociali del paziente.
LIFTING LIQUIDO NON CHIRURGICO: è una nuova tecnica di ringiovanimento globale non chirurgico del volto che si basa sull’infiltrazione dei tessuti molli con sostanze riassorbibili. Si ricreano i volumi perduti, riposizionando i tessuti , diminuendo le rughe e reidratando la pelle.
Normalmente si utilizzano filler a base di acido ialuronico reticolato di varie densità e/o idrossiapatite che vengono iniettati a vari piani di profondità utilizzando delle micro cannule secondo vettori ascendenti.
È un approccio estremamente personalizzato che prende origine sia da una analisi matematica ed armonica del viso sia dai più recenti studi riguardanti le varie logge adipose del volto.

Riabilitazione del pavimento pelvico

La riabilitazione del pavimento pelvico o rieducazione perineale rappresenta da oltre vent’anni un riconosciuto approccio a molteplici disfunzioni uro-ginecologiche, fra le quali, le più comuni: l’incontinenza urinaria ed il prolasso genitale femminile.
La riabilitazione interviene su quel gruppo di muscoli che chiude inferiormente il bacino permettendo così al perineo di svolgere, adeguatamente, le sue funzioni di sostegno dei visceri pelvici e di mantenimento della continenza urinaria. È un processo terapeutico che non prevede un trattamento farmacologico o chirurgico. Il trattamento è indolore ed eseguito nel massimo rispetto della persona da parte della fisioterapista.
È rivolta prevalentemente alle donne, poiché i casi di disfunzione perineale sono spesso legati alla menopausa o al post-parto. I sintomi più frequenti sono i seguenti:
  • perdita involontaria di urina (a seguito di sforzi anche lievi) anche in gravidanza o nel post-parto;
  •  urgenza ad urinare;
  •  necessità di urinare spesso;
  •  difficoltà a svuotare completamente la vescica;
  •  senso di peso a livello pelvico;
  •  dolore pelvico;
  •  dolore post-parto;
  •  dolore con i rapporti sessuali;
  •  alterazione o diminuzione della sensibilità;
  •  la chinesiterapia pelvi-perineale consiste in una serie di esercizi di contrazione e di rilasciamento dei muscoli del pavimento pelvico anche attraverso il rilassamento ed il controllo della respirazione. Il programma di esercizio terapeutico sarà personalizzato a seconda del caso e sarà finalizzato all’obbiettivo da raggiungere.

Psicologia e psicoterapia

Nella terapia sistemico relazionale lo studio del singolo elemento è marginale, mentre diventa centrale l’analisi del sistema. In una catena di comunicazione è difficile stabilire cosa avviene prima e cosa dopo. Il tradizionale concetto di causalità di tipo di tipo lineare viene sostituito dal principio di causalità circolare: il comportamento del membro A influenza il comportamento di B e il comportamento di tutti gli altri membri, ma a sua volta il comportamento di B influenza quello di A e di tutti gli altri membri. In una sequenza circolare diviene arbitrario fissare un punto di origine (basta pensare alle liti e all’impossibilità di decidere chi è stato a cominciare).
Per la terapia sistemico relazionale la patologia del singolo è espressione di un disagio dell’intero sistema familiare: il soggetto portatore del disturbo è il “paziente designato”, il membro del sistema – famiglia che esprime, segnala e si fa carico del cattivo funzionamento del sistema, accentrando su di sé tutte le preoccupazioni. Dal momento che la patologia è funzionale ai giochi del sistema, questo si opporrà, in modo mascherato, alla rimozione di tale disturbo.
Il lavoro terapeutico in realtà può essere svolto anche alla presenza di un unico paziente.
 L’individuo è pur sempre un sistema, dotato di caratteristiche strutturali ed organizzative, leggibili con un paradigma sistemico.
Data la possibilità di operare utilizzando varie forme di psicoterapia (individuale, di coppia e familiare), il terapeuta valuta di volta in volta la scelta più idonea per ogni paziente.
La psicoterapia sistemico relazionale, attraverso l’utilizzo di compiti da attuare sia nelle sedute che a casa, si articola intorno alle problematiche dei ruoli, della gerarchia, delle alleanze e della qualità della comunicazione all’interno del sistema.

Linfodrenaggio

Il linfodrenaggio, altrimenti chiamato “drenaggio linfatico manuale” (DLM) è un particolare tipo di massaggio praticato nelle zone del corpo soggette ad un’eccessiva riduzione della circolazione linfatica e una stagnazione di liquido.
Il linfodrenaggio, favorisce il drenaggio dei liquidi linfatici dai tessuti. La manualità del fisioterapista rappresenta sicuramente un fattore importantissimo nell’esecuzione di un buon drenaggio linfatico manuale: il massaggio deve seguire il flusso linfatico e la frizione sulla pelle non dev’essere troppo pesante, per evitare che il paziente percepisca dolore.
Solamente nel caso in cui il fisioterapista applichi queste regole base, il linfodrenaggio potrà svolgere gli effetti terapeutici desiderati.

Neuropsicologia

La neuropsicologia è la disciplina che ha come obiettivo lo studio dei processi cognitivi e comportamentali correlandoli con i meccanismi anatomo-fisiologici a livello di sistema nervoso che ne sottendono il funzionamento. Studia nell’uomo le alterazioni delle funzioni cognitive causate da lesioni o disfunzioni focali o diffuse del sistema nervoso centrale, acquisite, congenite, geneticamente determinate. Si basa sul metodo scientifico ed ha aree di sovrapposizione con altre discipline come la psicologia, la neurologia, la psichiatria e le reti neurali, condividendo il punto di vista del processamento dell’informazione della mente tipico della psicologia cognitiva (o cognitivismo).

Medicina anti-aging

Siamo noi i responsabili della nostra salute e del nostro invecchiamento.
Grazie alla valutazione di alcuni indici biologici specifici, secondo le ricerche internazionali più accreditate, è possibile studiare dei programmi Anti-Aging personalizzati al fine di prevenire le problematiche che possono manifestarsi con l’età ed esprimere la massima potenzialità vitale.
  •  bio-functional test;
  •  esami Anti-aging e test genetici;
  •  gestione dello stress;
  •  miglioramento performance;
  • terapia detox e del dolore;
  •  medicina naturale ed integrata.

Pedagogia

La pedagogia è la scienza umana che studia l’educazione e la formazione dell’uomo nella sua interezza ovvero lo studio dell’uomo nel suo intero ciclo di vita. Quindi, al contrario di ciò che si è soliti pensare secondo un ovvio luogo comune, il pedagogista non si occupa esclusivamente dei bambini e dell’infanzia, ma anche di adolescenti, giovani, adulti, anziani e disabili ovvero delle altre fasi della vita. Insieme alle altre Scienze Umane si rivolge dunque ai contesti formali, non-formali e informali dove avviene il processo di “trasformatività” proprio della pedagogia stessa.

Agopuntura

L’Agopuntura è una pratica terapeutica in grado di ripristinare l’equilibrio psicofisico della persona attraverso il posizionamento di sottili aghi in specifici punti del corpo.
Fa parte del corpo teorico della medicina tradizionale cinese, un sistema completo di diagnosi e cura che ha una lunga e venerabile storia di 2500 anni. In Occidente viene praticata ormai da oltre 50 anni e la sua efficacia è confermata dagli studi di ricerca e dalla pratica clinica.
Secondo tale medicina, lo stato di salute psico-fisica dipende dal libero fluire di energia in tutto l’organismo attraverso canali energetici denominati Meridiani. Qualsiasi squilibrio in questo flusso energetico può causare l’insorgenza di una patologia.
Il medico, attraverso sottili aghi metallici, stimola gli agopunti, luoghi di affioramento dell’energia, per riequilibrare il flusso energetico, aiutando il paziente a ritrovare il proprio stato di benessere. L’ago agisce senza introdurre sostanze estranee, sostenendo le risorse profonde dell’individuo e la sua capacità di autoguarigione

Medicina estetica intima femminile

Con la menopausa e l’avanzamento dell’età anche l’apparato genitale femminile subisce dei cambiamenti di natura funzionale ed estetica, che spesso limitano la vita di relazione e riducono il benessere e l’autostima della donna. Rapporti sessuali dolorosi e numerose problematiche di natura estetica si possono correggere grazie al ringiovanimento genitale (vulvo-vaginale): infiltrazione sull’apparato genitale esterno di sostanze biorivitalizzanti, infiltrazioni e filler con acido ialuronico, per correggere la secchezza vaginale e i disturbi correlati e/o migliorare l’aspetto esteriore della vulva (grandi labbra) dal punto di vista del tono e trofismo. È inoltre disponibile il trattamento laser di ringiovanimento vulvo-vaginale Santec Laser Smooth – RenovaLase™.

Mesoterapia anti-cellulite

La mesoterapia, detta anche intradermoterapia distrettuale, è una pratica medica che consiste nell’inoculazione intradermica distrettuale di piccole quantità di sostanze, siano esse farmaci classici oppure prodotti fitoterapici od omeopatici.
Il termine mesoterapia trae origine dal fatto che l’iniezione dei principi curativi viene effettuata nel mesoderma, la lamina cellulare, posta fra ectoderma ed endoderma, dalla quale risultano derivate, in condizioni di sviluppo definitive, numerose strutture del corpo umano fra le quali ricordiamo ad esempio il tessuti osseo, cartilagineo e connettivo.
I farmaci utilizzati variano, ovviamente, a seconda del tipo di patologia da trattare; i principali sono gli antinfiammatori, gli antiedemigeni, i capillaro-protettivi, i revitalizzanti cutanei e altri.
Un ciclo di cura varia normalmente da 4 a più sedute, una circa per settimana, e prevede inoltre un numero variabile da casa a caso di richiami a cadenza mensile che hanno lo scopo di stabilizzare i risultati ottenuti e ridurre le possibilità di recidive.
MESOTERAPIA: immette in un tessuto dosi concentrate di farmaci tradizionali. Ottimo per problemi di cellulite, insufficienza circolatoria e ristagno di liquidi.
INTRA-LIPO TERAPIA: trattamento medico ideale per coloro che desiderano sciogliere un’area di adiposità localizzata. Effettuato attraverso alcune piccole iniezioni di un prodotto lipolitico.
OMEO-MESOTERAPIA: può essere considerata una mesoterapia potenziata da piccole iniezioni intradermiche di farmaci omeopatici e/o naturali, che sfruttano sia lo stimolo agopunturale sia l’azione terapeutica specifica dei farmaci. Le sue azioni principali sono: stimolo della circolazione veno-linfatica, drenaggio del tessuto connettivo, ossigenazione dei tessuti, azione lipolitica Questa terapia viene impiegata per la cellulite, gli accumuli adiposi, l’acne, l’insufficienza venosa, ecc. È anche un’ottima terapia antalgica e di stimolo e bilanciamento degli organi e dello stress.
BIO-RIVITALIZZAZIONE: ovvero trattamento per combattere l’invecchiamento cutaneo del viso, del collo, del decolletè e delle mani. Si pratica come la omeo-mesoterapia, ma nelle zone specifiche del viso, collo, decolleté e mani. Le sue azioni principali sono: tonificazione del viso, idratazione cutanea profonda, ossigenazione e distensione complessiva delle piccola rughe. La bio-rivitalizzazione è indicata quando la cute presenti segni evidenti di fotoinvecchiamento (è opaca, rilassata, disidratata, ecc.) È anche consigliata prima di un impianto di un filler, per aumentarne la durata; in sinergia con i peeling, per potenziarne l’azione; come ottimo metodo di prevenzione prima o dopo l’esposizione della cute ai raggi solari.
FATTORI DI CRESCITA PIASTRINICI: terapia che utilizzo dei fattori di crescita preparati direttamente dal proprio sangue e successivamente iniettati, dopo adeguata preparazione, nei tessuti di viso, collo, mani, corpo (es. smagliature rosse) e cuoio capelluto per una azione di miglioramento del compattezza, della luminosità, del turgore e della struttura della pelle, riducendo gli effetti del crono e del foto-aging.

Medicina naturale integrata

Le principali terapie naturali utilizzate:
OMEO-MESOTERAPIA. Può essere considerarla come una mesoterapia potenziata. Si tratta di piccole iniezioni intradermiche di farmaci omeopatici e/o naturali, che sfruttano sia lo stimolo agopunturale sia l’azione terapeutica specifica dei farmaci. Le sue azioni principali sono: stimolo della circolazione veno-linfatica, drenaggio del tessuto connettivo, ossigenazione dei tessuti, azione lipolitica Questa terapia viene impiegata per la cellulite, gli accumuli adiposi, l’acne, l’insufficienza venosa, ecc. È anche un’ottima terapia antalgica e di stimolo e bilanciamento degli organi e dello stress.
BIO-RIVITALIZZAZIONE. Ovvero trattamento per combattere l’invecchiamento cutaneo del viso, del collo, del decolletè e delle mani. Si pratica come la omeo-mesoterapia, ma nelle zone specifiche del viso, collo, decolleté e mani. Le sue azioni principali sono: tonificazione del viso, idratazione cutanea profonda, ossigenazione e distensione complessiva delle piccola rughe. La bio-rivitalizzazione è indicata quando la cute presenti segni evidenti di fotoinvecchiamento (è opaca, rilassata, disidratata, ecc.) È anche consigliata prima di un impianto di un filler, per aumentarne la durata; in sinergia con i peeling, per potenziarne l’azione; come ottimo metodo di prevenzione prima o dopo l’esposizione della cute ai raggi solari.
FATTORI DI CRESCITA PIASTRINICI Terapia che utilizzo dei fattori di crescita preparati direttamente dal proprio sangue e successivamente iniettati, dopo adeguata preparazione, nei tessuti di viso, collo, mani, corpo (es. smagliature rosse) e cuoio capelluto per una azione di miglioramento del compattezza, della luminosità, del turgore e della struttura della pelle, riducendo gli effetti del crono e del foto-aging.

Peeling cutaneo

Il peeling chimico del volto è un trattamento estetico che stimola, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, la esfoliazione ed il conseguente ricambio della pelle.
Il peeling chimico agisce nella pelle del viso attraverso l’azione di vari meccanismi:
Stimola la rigenerazione (turnover) cellulare rimovendo ed esfoliando le cellule morte dello strato corneo provocando una vera e propria accelerazione del ricambio cellulare che avviene già naturalmente nel derma.
Elimina le cellule della pelle danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali.
Produce un’infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina (rivitalizzazione e ringiovanimento del derma mediante stimolazione dei fibroblasti con formazione di collagene autologo).
Un peeling del volto può quindi agire sia a livello del derma più superficiale o a livello più profondo, ma ricordiamo che piuttosto che eseguire un peeling profondo, con i possibili rischi ed effetti indesiderati, è consigliato eseguire varie sedute di peeling superficiali o di media profondità.

Mineralogramma

Il mineralogramma è un test molto semplice, indolore e di grande efficacia per valutare il dosaggio (in carenza o eccesso) dei più importanti minerali che si trovano nell’organismo e per analizzare l’eventuale presenza di minerali tossici: basta sacrificare solo pochi centimetri di capelli, tagliati alla radice nella zona della nuca, che verranno poi sottoposti ad un esame di spettrofotometria atomica.
Gli elementi che vengono esaminati nel mineralogramma standard sono i seguenti: Argento, Calcio, Cromo, Cobalto, Rame, Ferro, Magnesio, Manganese, Nichel, Oro, Fosforo, Selenio, Zinco.
Vengono inoltre analizzati i seguenti minerali tossici:
Alluminio, Arsenico, Cadmio, Piombo. Su richiesta specifica è possibile analizzare il Mercurio.

Chiamateci al numero 0331 795180 per richiedere un consulto e fissare un appuntamento con la salute!

Share by: